Luce alle vostre idee

ANALISI DEI PROCESSI AZIENDALI

Qualsiasi attività che sia minimamente complessa e che sia propria di un’organizzazione, si svolge per processi.

Spesso questi processi sono talmente connaturati con l’attività e con la storia dell’organizzazione, che non sono neppure individuati come tali, rappresentano semplicemente ciò che si fa quotidianamente da molto tempo.

In realtà l’azienda, come tutte le realtà “vive”: fin dal primo momento viene gestita mediante precisi processi, che piano piano si evolvono con la crescita dell’organizzazione e diventano sempre più complessi, articolati e correlati.

Per questi motivi spesso all’interno delle organizzazioni non esistono documenti che individuano, e descrivono i processi di gestione, né tanto meno quali sono le procedure che li disciplinano.

Ciò nonostante le organizzazioni crescono e prosperano, a scapito però di alcuni aspetti di efficienza ed efficacia, che appaiono evidenti quando si raggiungo dimensioni numeriche rilevanti e spesso le inefficienze ricadono negativamente sulla soddisfazione dei clienti.

In Guido Raffaello sono stati individuati, analizzati, descritti tutti i processi aziendali dalla progettazione alla produzione, dagli acquisti alle vendite, dalla gestione e formazione del personale alla fondamentale gestione delle non conformità.

Tutti questi processi vengono gestiti mediante una serie di azioni che sono documentate nelle procedure di gestione del sistema aziendale e tutte prevedono che oltre al costante monitoraggio dei vari processi, se ne analizzi l’andamento per individuare eventuali mancanze o punti da migliorare.

Analizzare periodicamente, ma costantemente i processi aziendali, significa avere un sistema di monitoraggio sempre attivo, che indica come procedono le varie attività e che a fronte di una non conformità, la registra e ne permette la gestione.

Individuare un errore e rimuoverlo rappresenta solo la prima parte del processo su cui si basa la qualità.

Dopo il primo intervento, che potremmo definire di “riparazione”, è necessario ricercare le cause di quell’errore, rimuoverle e poi verificare se la rimozione è stata adeguata, ovvero se quel problema si ripete oppure scompare del tutto.

Portare avanti costantemente tutta questa attività significa poter garantire, non tanto l’infallibilità, che non rientra nelle cose umane, ma quanto meno la rimozione immediata degli errori e dei loro effetti e cosa ancora più importante, attivare tutte quelle azioni che hanno come obiettivo il non ripetersi di tali errori.

In Guido Raffaello, tutte le attività sono programmate, messe in atto e controllate, con sistemi per quanto possibili operanti in tempo reale, come ad esempio l’utilizzo della lettura dei codici a barre, che identificano sia i prodotti, che le attività produttive.

Questo sistema permette non solo la raccolta di tutti i dati operativi, ma anche la registrazione e la gestione degli errori, ovvero ciò che viene tecnicamente definito “non conformità”, che rappresenta l’unità con la quale si costruisce la qualità.